Visit Loano

Loano Città che Legge, ecco “LOA Legge… a scuola” per avvicinare alunni e studenti alla lettura

Prenderà ufficialmente il via martedì 23 ottobre il primo “anno accademico” del progetto “LOA Legge in Ogni Angolo”, l’iniziativa interamente dedicata alla lettura organizzata dall’assessorato a turismo, cultura e sport del Comune di Loano in collaborazione con Monica Maggi di “ATuttoTondo” ed il Mondadori Bookstore di Loano.

Dopo il successo ottenuto dalle due giornate di laboratori di lettura di strada tenutesi a maggio e ad agosto scorso, ora il progetto varato dall’amministrazione del sindaco Luigi Pignocca è pronto ad entrare direttamente negli istituti scolastici della città.

“La società attuale offre a bambini e ragazzi moltissimi stimoli culturali, ma questi sono per lo più di carattere multimediale e tecnologico – spiega il sindaco Luigi Pignocca – La cultura dell’ascolto e della lettura sta cedendo il posto a quella del web, perciò la lettura risulta, per i ragazzi, noiosa ed inutile. In questo mondo che va così veloce abbiamo pensato, in controtendenza, che la valorizzaziione della lettura sia, oltre che una proposta culturale, anche un’occasione di crescita personale e sociale. Il libro diventa il ‘medium’ per parlare di argomenti importanti, di sé, della propria comunità. L’obiettivo del progetto è quello di stimolare l’avvio alla lettura, alla relazione e all’ascolto”.

L’assessore alla cultura, Remo Zaccaria, aggiunge: “Riteniamo che la scuola sia il luogo migliore per ‘agganciare’ ed appassionare i giovani alla lettura, incuriosirli ed ed avvicinarli alla letteratura facendo emergere i loro bisogni e le loro attitudini. Il progetto di ‘Leggere è comprendere’ coinvolge le emozioni, i sentimenti, le esperienze affettivo-relazionali e sociali trasformando il libro in una fonte di piacevole svago e di cambiamento e crescita”.

Il progetto “Leggere è comprendere” si propone di proporre la lettura come possibilità di formazione gli alunni ad una lettura consapevole; accompagnare all’ascolto, confronto e al rispetto delle idee altrui; suscitare il desiderio di leggere per il piacere di leggere; utilizzare i libri come strumento di integrazione, e di crescita personale e sociale; avvicinare alla lettura anche coloro che per difficoltà economiche non possono permettersi di acquistare un libro e leggere; creare momenti pubblici di lettura condivisa su temi importanti ed attuali.

Il progetto vedrà coinvolge alunni delle scuole di ogni ordine e grado (la scuola primaria Valerga-Milanesi; l’istituto secondario di primo grado Mazzini-Ramella; l’istituto Falcone) in una logica di continuità e creazione di lettori “perenni” in grado di dare vita ad un proprio gusto personale e un proprio spazio di lettura come pratica di “allenamento culturale”. Il progetto prevede, tra le varie iniziative, presentazioni di libri, lavoro in rete sul territorio, formazione per insegnati, laboratori per formare un “team di ragazzi facilitatori della lettura”, eventi di lettura pubblici.

Per quanto riguarda la scuola primaria, l’obiettivo è spingere gli alunni a “prendere confidenza” con la parola scritta ed i suoi autori, stimolare la creatività ed il senso critico (scelta del libro, curiosità, generi, cosa e dove leggere, lettore attivo). Per le medie e superiori, invece, l’obiettivo è orientare al “gusto” della lettura come esperienza quotidiana e piacevole; accompagnare alla consapevolezza del concetto di lettura come mezzo di informazione/formazione, interpretazione/comunicazione della realtà; formare facilitatori della lettura e lettori ad alta voce.

In concomitanza con “Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole”, la manifestazione organizzata dal “Centro per il libro e la lettura” in programma dal 22 al 27 ottobre, nella giornata di martedì 23 ottobre una delegazione del “Patto della Lettura” composta dal sindaco Pignocca, dall’assessore alla cultura Remo Zaccaria, dal funzionario Marta Gargiulo, dalla referente del gruppo #cosavuoichetilegga Monica Maggi, da Patrizia Leone del Mondadori Bookstore e dalla giornalista e mamma-lettrice Grazia Noseda incontreranno gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola primaria Milanesi-Valerga per leggere loro brani di libri famosi, ascoltare e raccogliere le idee dei ragazzi e delle ragazze sulla lettura. Ad ogni classe quarta e quinta verrà donato un libro che andrà ad arricchire la biblioteca scolastica.

In concomitanza con l’iniziativa “Io leggo perché. Doniamo un libro alle scuole” che si svolgerà dal 20 al 28 ottobre”, invece, il Mondadori Bookstore di via Garibaldi a Loano ospiterà una serie di incontri con letture ad alta voce con gli alunni della scuola primaria lunedì 22 ottobre, martedì 23 ottobre e giovedì 25 ottobre.

Venerdì 26, invece, al Mondadori Bookstore si terrà l’incontro gratuito dal titolo “Scuola e metodo di studio genitori dei bimbi da 7 a 10 anni”. Sarà dedicato a tutti i genitori che desiderano essere di supporto ai propri figli nell’apprendimento e che desiderano renderli sempre più autonomi. Si parlerà dei fondamenti del metodo di studio (dalla comprensione del testo alla ricerca delle parole chiave) e si arriverà a scoprire come affrontare in modo sereno e piacevole la matematica. Lo scopo è quello di fornire suggerimenti ai genitori che desiderano allenare ogni bambino, fin dalla terza primaria, a conquistare consapevolezza delle proprie aree di forza e una sempre più robusta autostima e indipendenza, a scuola e nella vita. Interverrà Paola Ricca, ideatrice del Metodo FreeNauta, coach del talento, tutor Dsa, specialista in metacognizione e apprendimento positivo e nella ricerca delle aree di forza individuali.

A novembre è in programma il progetto “In classe con l’autore” che si propone l’obiettivo di “leggere un libro, approfondire un argomento, conoscere l’autore”. La proposta, in continuità con l’attività svolta lo scorso anno, prevede la presentazione di un libro insieme con il suo autore agli alunni delle classi quinte, che potranno rivolgere allo scrittore domande e richieste di approfondimento. Si inizierà con “La valigia di Adour” di Zita Dazzi (edizioni Il Castoro), racconto che tocca temi fondamentali quali migrazione, amicizia, diversità ed uguaglianza, accoglienza e diritti umani.

A seguito della presentazione, la giornalista Grazia Noseda terrà il laboratorio di scrittura dal titolo “Come si scrive una recensione di un libro?”. Un gruppo scelto di una quindicina di alunni individuati dalle insegnanti potrà partecipare ad laboratorio di due ore durante il quale impareranno a scrivere la “recensione” di un libro.

Sempre nell’ambito di “LOA Legge in Ogni Angolo”, tra dicembre 2018 e gennaio 2019 si svolgerà l’ottava edizione di “Libri sotto l’Albero”, la rassegna libraria che ogni Natale presenta le migliori produzioni letterarie dell’ultimo periodo.

Si comincia domenica 2 dicembre alle 18 con una “maratona” dedicata ad Elena Ferrante: dopo gli
episodi trasmessi in TV e presentati in anteprima alla Mostra del Cinema di Venezia, verrà presentata la quadrilogia della “Amica geniale”. Seguirà un aperitivo e le letture “spettacolari” del gruppo spontaneo di lettori #cosavuoichetilegga. Domenica 9 dicembre alle 16.30 si terrà la presentazione di “Gli ultimi passi del Sindacone” di Andrea Vitali (Garzanti) mentre sabato 15 dicembre alle 16.30 toccherà a “Un lavoro sporco” di Bruno Morchio (Garzanti). Sabato 22 dicembre alle 16.30 si terrà “Barchezandu in te Loa” con Riccardo Ferrari che ricoderà la figura del professor Antonio Arecco, la sua attività di storico, ricercatore, studioso e cultore del dialetto locale. Sabato 29 dicembre alle 16.30 sarà la volta di “Poesie e musica”, con la lettura di autori classici, contemporanei e locali, nella dolcezza del periodo natalizio, con la musica del maestro Roberto Sinito.
Ultimo appuntamento sabato 5 gennaio alle 18 con la presentazione di “L’ultimo giorno di sole” di Giorgio Faletti (Baldini e Castoldi). Roberta Bellesini presenterà il libro postumo del marito, che prima di essere libro è stato (ed è) uno spettacolo teatrale scritto e pensato per l’attrice Chiara Buratti. Seguirà aperitivo e lo spettacolo “L’ultimo giorno di sole” scritto da Giorgio Faletti e interpretato da Chiara Buratti. Conduce gli incontri Graziella Frasca Gallo (la gieffegi della Gazzetta di Loano) con accompagnamento musicale e vocale del maestro Roberto Sinito. Tutti gli incontri si concluderanno con un aperitivo.

Nel corso del 2017 Loano ha ottenuto lo status di “Città che Legge”, riconoscimento rilasciato dal circuito del “Centro per il Libro e la Lettura” (Cepell) d’intesa con Anci e volto a promuovere e valorizzare le amministrazioni comunali impegnate a svolgere con continuità sul proprio territorio politiche pubbliche di incentivazione alla lettura. Oltre a Loano, in Liguria sono “Città che Leggono” solo Cervo, Ameglia e Genova.

Lo scorso 9 marzo l’assessore a turismo, cultura e sport Remo Zaccaria ha partecipato alla convention “Ripensare la città attraverso i libri” tenutasi nell’ambito della fiera internazionale dell’editoria “Tempo di Libri” a Milano. Oltre all’assessore loanese alla fiera erano presenti anche gli altri rappresentanti dei 400 comuni italiani che hanno ricevuto la qualifica di “Città che Legge”. L’iniziativa è stata l’occasione per illustrare i risultati dei primi “Patti per la Lettura”, presentare i progetti vincitori dei bandi 2017 dedicati ai Comuni che hanno ottenuto la qualifica di “Città che Legge” e introdurre il nuovo avviso pubblico che consentirà ai Comuni interessati di partecipare alla rete e unire le forze nel rilancio della lettura.

E questo è ciò che ha voluto fare anche il Comune di Loano, che il 15 maggio ha presentato alle associazioni culturali del territorio il nuovo “Patto per la Lettura” approvato dalla giunta Pignocca. Con l’adesione al Patto le associazioni intervenute hanno confermato la propria volontà di supportare e partecipare ai progetti culturali promossi dall’amministrazione ed in particolare il progetto di “LOA Legge in Ogni Angolo”, che risulta perfettamente aderente a quelli che sono gli indirizzi del “Centro per il Libro e la Lettura” sulle “Città che Leggono”.

WEBCAM Live da Loano

21 novembre 2018

Webcam Loano

Loano spazio per te...

A metà strada tra Genova e la Francia, nella Riviera Ligure delle Palme, Loano, per il suo clima e per le sue bellezze paesaggistiche, è un luogo di villeggiatura ideale sia per le vacanze estive che per i soggiorni invernali.

Dal colle del Costino Monte Carmelo, l'antico Borgo Medioevale con il Castello Doria, domina Loano. Ma la città si è sviluppata intorno al borgo sulla costa, qui Loano conserva le caratteristiche case allineate sul mare "palazzata" e il "caruggio", ovvero il centro storico con i suoi vicoli che si intrecciano e si aprono su piccole piazze.

...Un mare di possibilità

Edinet - Realizzazione Siti Internet